lunedì 9 novembre 2009

...e Gesù era pregiudicato!


Quel gran genio della politica e della diplomazia che risponde al nome di Daniela Santanché è andato in televisione a gridare al mondo che Maometto era un pedofilo - oltre che bigamo - perché tra le sue mogli c'era una minorenne. "Maometto era un pedofilo!", strillava la signora mentre un programmista di Canale 5 tratteneva un imam furioso pronto a menarla.
Ora, a parte che se fossi un tipo molto religioso, a sentire bestemmiare il mio dio in maniera così plateale, mi verrebbe voglia di prendere le pagine gialle e cercare il numero di Al quaeda per propormi come stagista volontario e gratuito...
A parte questo dettaglio. A parte anche che cose del genere, in momenti come questi, rischiano - se prese sul serio - di far tornare indietro di anni il processo di diplomazia secolare tra le due maggiori religioni monoteiste del pianeta. A parte quest'altro dettagliuccio.
C'è da rimanere increduli di fronte all'ignoranza colossale che fa basamento ideologico di una tizia che va in giro a giudicare fatti di migliaia di anni fa con la lente dell'oggi.

Così, giusto per la precisione, chiariamo alcune cosette. Se dovessimo applicare il metro Santanchè anche a un'altra religione che noi italiano conosciamo bene, potremmo dire:

1) Giuseppe di Nazareth, era un pedofilo. Dato che Maria aveva appena passato la pubertà quando fu presa in sposa. Dunque il turpe falegname la portò all'altare a un'età di circa 12-13 anni.

2) In un ipotetico divorzio, Maria ne sarebbe uscita con le ossa rotte, considerando che non solo era rimasta incinta da un altro (e quindi tecnicamente è adulterio), ma professando la sua verginità di fronte al giudice, avrebbe dovuto rispondere di falsa testimonianza.

3) Veniamo al figlio... Gesù, di Nazareth... oggi una come la Santanchè direbbe: Te lo raccomando quello lì!
Superata l'infanzia di lui si perdono le tracce storiche fino ai trent'anni. Che ha fatto nel frattempo? Non lo sappiamo, ma Repubblica sta preparando le dieci domande da girargli.

4) Gesù entra nel tempio e rovescia i tavoli. Non sappiamo se in occasione dell'episodio i guardiani del tempio lo abbiamo pestato per bene. Di sicuro a processo finito, lui avrebbe preso 15 anni per devastazione e sommossa, e i guardiani un tenero rimbrotto. Noglobal di un nazareno!

5) Capitolo miracoli. Gesù avrebbe la casa piena di tapiri d'oro. Valerio Staffelli di Striscia la notizia lo inseguirebbe sotto casa e gli direbbe: "Ma sior Cristo, ma cosa mi combina? Prendere in giro i ciechi e gli storpi con quei trucchi da ciarlatano? E la moltiplicazione dei pesci... la fanno pure i maghi di periferia..."

6) A un certo punto, Gesù difende una prostituta che sta per essere lapidata. Perché lo fa? Ha forse degli interessi nascosti? Processo per direttissima: favoreggiamento della prostituzione.

7) 13 giovani uomini che vanno sempre in giro insieme. Dormono insieme, mangiano insieme...
Ok, l'omosessualità non è un reato, per carità, ma che almeno abbiamo un po' di decenza e discrezione.

8)Giuda va dalle guardie e rivela il nascondiglio del latitante Gesù. Casualmente, dopo la confessione, viene trovato impiccato a un albero. Ma è un caso, certo... pure Roberto Calvi si era impiccato da solo a un ponte di Londra...

9) Gesù viene condannato a morte. Dopo tre giorni la sua tomba viene trovata vuota. Occultamento di cadavere. Ragazzi... per 'ste cose c'è la reclusione fino a 3 anni.


Riassumendo... qui siamo messi peggio che l'Islam e Maometto.... s'impone la solita soluzione all'italiana:
facciamo che chiudiamo tutti un occhio, e nessuno ci rimette!

8 commenti:

Riccardo ha detto...

Peccato che ci siano degli errori nella descrizione storico-evangelica dei fatti. Però sull'idea che sta alla base dell'intervento sono perfettamente d'accordo.

Cipputi ha detto...

ti prego Riccardo, esplicita gli errori, così impariamo qualcosa in più. (o almeno ci confrontiamo)
:)

Riccardo ha detto...

Bè, non era una prostituta ma un'adultera, e per altro da lapidare, punizione prevista per quelle in attesa di matrimonio, non già sposate (perciò, come Maria, sui 10-12 anni).
Giuda non viene trovato impiccato dopo la confessione, ma dopo che ha protestato contro la condanna a morte di Gesù (non prevista dagli accordi).
Secondo il Vangelo la moltiplicazione dei pesci non avviene in pubblico, solo i discepoli lo sanno. E i primi miracoli non avvengono in pubblico, tant'è che a uno (ora non ricordo quale) Gesù dice di non riferire a nessuno quello che era successo, ma lui non lo ascolta.
I 13 uomini andavano a giro con i discepoli, perciò non da soli come li raffigurano i disegni o i film, ma con un sacco di gente al seguito (tra cui, per esempio, spesso Maria).
Ma sono solo precisazioni, il discorso è validissimo a prescindere.

Cipputi ha detto...

Giuda non viene trovato impiccato dopo la confessione, ma dopo che ha protestato contro la condanna a morte di Gesù (non prevista dagli accordi)...

interessante, non ne ho mai sentito parlare di questa protesta di Giuda, dove se ne parla?

Riccardo ha detto...

Copio:
"Mt 27,3-10

Quando Giuda il traditore seppe che egli era stato condannato, preso da rimorso, riportò ai sommi sacerdoti e agli anziani le trenta monete d' argento e disse: "Ho peccato tradendo il sangue innocente!". Essi risposero: "Che c' importa? Te la vedrai tu!". Egli, gettate le monete d' argento nel tempio, si allontanò e andò ad impiccarsi. I capi dei sacerdoti, prese le monete d' argento, dissero: "Non si possono mettere nella cassa delle offerte, poiché è prezzo di sangue". Quindi decisero in consiglio di comprare, con quel denaro, il campo del vasaio, destinandolo alla sepoltura degli stranieri. Per questo quel campo si chiama fino ad oggi: Campo del sangue. Allora si adempì quanto fu annunciato dal profeta Geremia che dice: Presero i trenta pezzi d' argento, il prezzo di colui che è stato venduto secondo il valore stabilito dai figli d' Israele, e li versarono per il campo del vasaio, come mi ordinò il Signore".

Franco Destino ha detto...

tecnicamente i fatti narrati in questo post sono per lo piu' in prescrizione

Riccardo ha detto...

Sì sì, è vero.

bradiponevrotico ha detto...

Ho letto sul sito della Santanchè che Buddha aveva un alito pestilenziale